La struttura

Artistico “M. M. Lazzaro” nasce dalla conversione dello storico Istituto Statale d’Arte di Catania (riordino dei Licei, DPR 89/10), che per quasi cinquant’anni ha svolto una produttiva attività di formazione artistica, rivolta all’intera provincia. In questa scuola sono stati avviati verso le più svariate professionalità dell’ambito artistico- progettuale grafici, architetti, designers, pittori, scultori, restauratori, artigiani, operatori dei Beni Culturali, artisti.

Le radici del Liceo Artistico “M.M. Lazzaro” affondano dunque nel lungo percorso di attività formativa dell’Istituto Statale d’Arte di Catania, definito tale nel 1965, ma nato nel 1950 come sezione staccata della Scuola d’Arte di Palermo e riconosciuto autonomo dal 1° ottobre 1959. Dall’anno della sua autonomia, l’Istituto d’Arte ebbe sede presso i locali dell’ex Monastero dei Benedettini di Catania, dove era già presente da anni il Liceo Classico “N. Spedalieri”. A causa dell’incremento degli iscritti, già nel 1962 fu aperta una succursale nell’edificio di via Suor Maria Mazzarello, oggi sede della Scuola Media Statale "G. Carducci".

Nel 1968 la scuola fu trasferita presso i locali del Collegio dei Gesuiti, in via dei Crociferi 17. Lo storico edificio dal 1767 era stato destinato a Casa di Educazione della bassa gente e dal 1830 era diventato Regio Ospizio di Beneficenza, dunque la trasformazione in Istituto Statale d’Arte fu espressione di continuità nella destinazione pedagogica. Qui la scuola è rimasta per più di quarant’anni, divenendo vitale fulcro di aggregazione nel centro storico di Catania fino al 2009.

Grazie alla sua collocazione ed al valore storico-artistico dell’edificio, la scuola ebbe l’opportunità di aprirsi alla città, organizzando negli anni svariate mostre, frutto del coinvolgimento di studenti, docenti e di tutto il personale; ospitò concerti e manifestazioni anche serali, accogliendo quotidianamente nel monumento visitatori e turisti, così come semplici cittadini curiosi, contribuendo con un lavoro costante alla manutenzione, tutela e fruizione dell’importante edificio.

Generazioni di studenti hanno avuto la fortuna di trovare ispirazione nello studio del monumento che li ha accolti e del centro storico di cui hanno imparato a sentirsi parte integrante. In seguito allo sfratto del 2009 l’Istituto Statale d’Arte ha trascorso tre anni presso la sede provvisoria del viale V. Veneto, dove è avvenuto il passaggio all’ordinamento liceale con la Riforma dei Licei, attuata nel corso dell’anno scolastico 2010/2011, con l’intitolazione a M.M. Lazzaro. Questa trasformazione non ha impedito di far tesoro della ricchezza di competenze e specificità, maturate grazie all’apporto di generazioni di docenti impegnati con passione nella formazione artistica.

Da circa quindici anni prima del nuovo ordinamento, l’Istituto aveva avviato il percorso della Sperimentazione con il Progetto Michelangelo, che anticipava l’attuale assetto dei Licei artistici, rinnovando gli indirizzi tradizionali ed introducendo l’indirizzo “Beni Culturali”, in perfetta sintonia con le esigenze di tutela, fruizione e valorizzazione sempre più emergenti nel territorio e nel paese. Con la riforma “Gelmini” Liceo artistico ha arricchito i propri corsi, attivando tutti e sei gli indirizzi previsti dalla normativa ministeriale: Arti Figurative, Design, Architettura e Ambiente, Grafica, Audiovisivo e Multimediale, Scenografia, rispondendo prontamente alle istanze di rinnovamento che percorrono sempre più incalzanti il dibattito sulla scuola.

Oggi dunque il Liceo Artistico “M.M. Lazzaro” si presenta come un istituto che si sviluppa nel solco della tradizione del “fare”, grazie alla pluriennale esperienza laboratoriale dell’Istituto d’Arte; la sua didattica, rinnovata grazie all’acquisto di strumentazioni innovative, all’uso dell’informatica e avviata all’utilizzo delle TIC e all’applicazione della metodologia CLIL, è da sempre incentrata sull’educazione al percorso progettuale, che coniuga formazione culturale, creatività e funzionalità del prodotto, pertanto risulta perfettamente al passo coi tempi, anche per il suo tradizionale legame con la realtà del mondo del lavoro e per il costante aggiornamento nelle tecnologie e nel know how. 

Nel corso dell’Anno Scolastico 2012- 2013 il Liceo “M. M. Lazzaro” è stato trasferito nella sua sede definitiva di via Generale Ameglio n.° 15, edificio scolastico moderno e ristrutturato opportunamente per accogliere il nostro Istituto ed adeguarsi alle esigenze di una scuola attenta ai cambiamenti. Nell’ambito del piano di dimensionamento della rete scolastica siciliana, il nostro Liceo, a causa delle incertezza derivanti dallo sfratto e dal primo trasferimento, è stato annesso al Convitto Cutelli, ma grazie al d.l.r. del gennaio 2016 ha riacquisito la propria autonomia a partire dall’anno scolastico 2016- 2017 ed oggi si proietta verso una progettualità aperta a nuove e stimolanti iniziative.

Notizie

Premio nazionale insegnanti

28 Nov, 2016

Donna, docente di scuola superiore, spesso impegnata ad operare in aree a rischio o…

Anagrafe edilizia scolastica

28 Nov, 2016

Via libera in Conferenza Unificata alla nuova Anagrafe dell’Edilizia…

PNSD - Attuazione corre veloce

28 Nov, 2016

"Il 65% delle azioni previste dal Piano Nazionale Scuola Digitale è già stato…

Docenti, come spendere i 500 euro

28 Nov, 2016

Dallo scorso anno gli oltre 740.000 docenti di ruolo della scuola italiana hanno…

PON, on line il nuovo sito web dedicato

28 Nov, 2016

Nuovo look per il portale dedicato ai Fondi Strutturali Europei – Programma…

Dal MIUR: Bando Social Impact Finance

28 Nov, 2016

Sviluppare prototipi sperimentali di modelli e strumenti sul tema della Finanza a…

Concorso letterario per ragazzi

26 Nov, 2016

L’Accademia degli Ocuri in Torrita di Siena indice un Concorso letterario nazionale…

URP

  Liceo Artistico Statale "M.M. Lazzaro"

  Via Generale Ameglio 15 Catania CT

  0956136410

  0956136409

  ctsd02000e@istruzione.it

 PEC: ctsd02000e@pec.istruzione.it

Cod Mecc. ctsd02000e
CF 80008150874
iPA lasmmla

Social

Area riservata